Logo Comitato Decima Zona FIV
Wednesday, 3 September 2018
homemailfacebooksitemap
Ricerca:
HOME    X ZONA    REGATE    ATTIVITÀ    TECNICI    UDR    FORMAZIONE    UN VELISTA AL MESE    

benvenuti

Il Comitato X Zona FIV è lieto di accogliervi all\'interno del suo nuovo sito augurandosi che sia di vostro gradimento.

Come ogni organizzazione moderna, tramite Internet, esso vuole mettere a disposizione di tutti voi informazioni utili e servizi offerti.

Il Comitato X Zona FIV



[01.08.2017] - ALESSANDRO GRACIOTTI: SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE MARCHIGIANO. SOGNO GLI EUROPEI IN GRECIA MA ANCOR DI PIÙ LE OLIMPIADI

ALESSANDRO GRACIOTTI: SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE MARCHIGIANO. SOGNO GLI EUROPEI IN GRECIA MA ANCOR DI PIÙ LE OLIMPIADI

È appena un 13enne, ma con un grande futuro davanti a sé. Stiamo parlando di Alessandro Graciotti della SEF Stamura (per gli amici Gracio) che nel suo palmarès può già contare: due campionati italiani, una medaglia d’oro nella classe Techno 293 U15 ai recenti mondiali di agosto in Lettonia ed inoltre fresco vincitore di una borsa di studio al merito sportivo, conquistata lo scorso week-end al Campionato Regionale classi giovanili - “Trofeo Barbetti” al Club Nautico Senigallia, nella classe Techno 293 Juniores.

È lui il protagonista del nostro appuntamento mensile “Un velista al mese” qui su Decimazona.org, dove con questa breve intervista, abbiamo avuto il piacere di conoscere meglio le passioni e sogni di questo autentico talento puro della nostra terra.

Decimazona.org: Nonostante la tua giovanissima età, detieni un ricco palmarès che farebbe gola a molti dei tuoi coetanei. Ci racconti come è nata la tua passione per questo sport? E qual è il tuo primo ricordo su una tavola da windsurf?

A.G. : Il mio primo ricordo risale a quando avevo all’incirca sei anni. Nello stabilimento balneare dove andavo con la mia famiglia in estate, c’era una piccola scuola di vela e siccome sono sempre stato molto curioso e vivace ho voluto provare, nonostante fossi molto piccolo. Fu amore a prima vista e mi piacque immediatamente, così continuai anche grazie all’aiuto di Maurizio Maggiori e Sergio Toccaceli i miei istruttori di quel periodo, i quali ringrazierò sempre. Poi il destino volle che l’anno successivo, quando ero in seconda elementare, venne la SEF Stamura nella mia scuola per promuovere le attività del circolo, tra cui proprio la vela e così poco dopo andai alla scuola di vela presso il porto di Ancona. Continuò a piacermi e dopo un anno iniziai con l’agonismo, arrivando così piano piano fino ad oggi, dove ogni giorno è sempre più bello per me.

Decimazona.org: Ci piacerebbe conoscerti meglio, hobbies, passioni, scuola, tempo libero….

A.G. : Ho iniziato la terza media pochi giorni fa, mentre un’altra mia grande passione è sicuramente il calcio, infatti sono juventino e mi piace molto giocare a calcetto con i miei amici, come punta centrale in attacco. Mi piace anche molto guardare film e ascoltare la musica, mi aiuta a rilassarmi e concentrarmi in determinati momenti. Ad esempio prima di una regata, ho la mia playlist specifica, che mi aiuta a distendere la tensione e allo stesso tempo caricarmi per il meglio. Ascolto musica di vario genere, ma in particolare Trap e Classica.

Decimazona.org: Purtroppo come ben sai, la vela è uno sport praticato da una ristretta cerchia di persone. Qual è secondo te, la strategia più efficace per aumentare sia il numero di velisti che di appassionati verso questa disciplina?

A.G. : “Io sono molto contento del lavoro che sta facendo FIV Marche e che a mio parere dovrebbe essere esteso al resto dell’Italia. È un progetto il suo che stimola noi ragazzi ma non solo, anche i vari allenatori, circoli, permettendo così una maggiore comunicazione della vela in varie istituzioni, la scuola su tutte. Per questo io sono orgoglio di essere marchigiano, grazie specialmente a tutte le varie opportunità che ci vengono concesse nel nostro territorio – il più recente il Trofeo Barbetti - a differenza di altre regioni italiane dove non sono state ancora introdotte queste iniziative”.

Decimzona.org: Adesso passiamo ad una domanda più specifica. Dal punto di vista prettamente tecnico, quali sono i punti su cui ti senti di dover lavorare tanto per poter migliorare e raggiunger così standard più elevati?

A.G. : Sicuramente devo migliorare di bolina (risalita del vento n.d.r.) poiché essendo più grosso della media, vado un po’ in difficoltà a meno che non ci sia vento forte. Un altro aspetto su cui devo migliorare è sicuramente la tattica di regata, dove noi del windsurf siamo un pò indietro rispetto alle altre classi. Sono arrivato fino a qui grazie ai consigli del mio allenatore, Stefano Angeloni, che ringrazio molto per tutti i consigli e l’aiuto che dà a me e alla squadra ogni giorno. Ho vinto i recenti mondiali anche grazie alle sue direttive e quindi non posso dire altro che essere fiero di averlo come mio allenatore.

Decimazona.org: Ultima riflessione, più profonda. Qual è il tuo più grande sogno che, noi di Decimazona.org ti auguriamo di raggiungere, speri tu possa realizzare da qui in futuro?

A.G. : Il sogno, per così dire più ravvicinato, sarebbe quello di vincere l’Europeo di Grecia che si terrà fra pochi mesi. Mentre quello più grande e che varrebbe una vita, sarebbe sicuramente quello di partecipare alle Olimpiadi e cercare di vincerle nella classe windsurf.


Autore: Ufficio Stampa Comitato X Zona FIV