Logo Comitato Decima Zona FIV
Sunday, 0 August 2019
homemailfacebooksitemap
Ricerca:
HOME    X ZONA    REGATE    ATTIVITÀ    TECNICI    UDR    FORMAZIONE    UN VELISTA AL MESE    

benvenuti

Il Comitato X Zona FIV è lieto di accogliervi all\'interno del suo sito augurandosi che sia di vostro gradimento.

Come ogni organizzazione moderna, tramite Internet, esso vuole mettere a disposizione di tutti voi informazioni utili e servizi offerti.

Il Comitato X Zona FIV



[21.07.2019] - ENNESIMO GRANDE SUCCESSO PER LA SECONDA EDIZIONE DELLA REGATA PER LA VITA

ENNESIMO GRANDE SUCCESSO PER LA SECONDA EDIZIONE DELLA REGATA PER LA VITA

Ancona, 21 luglio 2019. Buon vento sulla 2^ edizione della “Regata per la Vita”! In tanti alla cerimonia di premiazione nella suggestiva cornice di Marina Dorica dove ha vinto la generosità contro il tumore al seno.

Sono state 32 le imbarcazioni suddivise in quattro raggruppamenti che hanno preso parte alla seconda edizione della Regata per la Vita partita ieri da Senigallia e approdata a Marina Dorica. Una domenica all’insegna della solidarietà che ha premiato l’impegno degli organizzatori: la Clinica Oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona – Università Politecnica delle Marche con Marina Dorica e Club Nautico di Senigallia, in collaborazione con la FIV Marche, la Lega Navale di Falconara Marittima, Marcangola (rete di associazione di volontariato in ambito oncologico delle Marche) e Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona Onlus.

“In tutte le cose specialmente nella solidarietà c'è un effetto domino positivo ed oggi è stata la dimostrazione palese” ha commentato soddisfatta la professoressa Rossana Berardi Direttore della Clinica Oncologica–Ospedali Riuniti Ancona-Univpm e ideatrice dell’iniziativa. “Di fatto – ha proseguito - abbiamo ottenuto tanta solidarietà dagli armatori, dagli equipaggi e a questo si è aggiunta la generosità anche degli imprenditori che hanno voluto donare all'oncologia. Abbiamo superato il risultato dello scorso anno raccogliendo 2640 euro con la Regata ai quali se ne aggiungono altrettanti raccolti da una colletta che è stata fatta per integrare quello che la regata aveva già portato. Risultati questi che troveranno una risposta concreta. Con caparbietà cercheremo di raggiungere l'obiettivo che ci siamo dati e cioè, quello di rendere fattiva una struttura di teleconsulto a beneficio dei pazienti della nostra regione.

“Aprirsi è una delle parole chiave della nostra programmazione strategica come Ospedali Riuniti, vale a dire che tutta la nostra organizzazione non deve essere incentrata solo sui bisogni degli operatori ma anche sui bisogni dei pazienti” ha detto Michele Caporossi Direttore Generale Ospedali Riuniti di Ancona che poi ha proseguito: “queste manifestazioni sono il segno di questa apertura che si sta finalmente realizzando. Immagino un futuro in cui l'ospedale sia vissuto come un luogo aperto, un posto dove le persone sanno riconoscere se stesse non solo perché sono ricoverate o perché hanno lì un loro parente ma perché è un posto dove sono presenti l'umanità, la generosità, la gentilezza e dove al centro di tutto ci sia la speranza.”

“Normalmente la prima edizione è la più facile – ha commentato il Presidente della Regione LuicaCeriscioli – ma poi sappiamo che è dalla seconda che arrivano le prime conferme. In questo caso di grande crescita, di grande interesse. Quando noi immaginiamo un servizio, quando preordiniamo un investimento, qualche volta la sensazione è che sia finalizzato a se’ stesso. In realtà l'importante è che al centro del nostro modo di agire ci siano le persone. E paradossalmente sono proprio queste iniziative a latere, quelle meno mediche ma non meno importanti che segnano la differenza.”

Soddisfatto il Rettore dell’Università Politecnica delle Marche Sauro Longhi che parla di “una edizione bellissima in termini di partecipazione e in termini di risultati. Credo che quest'anno sia ancora di più aumentata la percezione di come si può stare insieme per assistere le persone, per aiutarle a superare quei passaggi che la vita molto spesso purtroppo presenta quando si incontrano queste malattie.”

E quest’anno anche il tempo è stato generoso, come ha confermato Leonardo Zuccaro Direttore di Marina Dorica. “Una giornata per la vela meravigliosa, mare piatto, vento con il rubinetto come si dice in gergo e tanto sole. Perciò meglio di così non poteva andare. Rispetto all'anno scorso siamo già cresciuti, segno che dobbiamo perseverare. L'anno prossimo supereremo le quaranta imbarcazioni.”

CLASSIFICA FINALE

Raggruppamento 1 barche da m. 6,50 a m 8

3° - FASTABE' armatore Gianluca Spinozzi

2° - LIBERI DI BUONI COSTUMI armatore Mario Massaccesi

1° - BRAVI FULL PELT armatore Sandro Piatti

Raggruppamento 2 barche da m. 8,01 a m 10

3° - KETOS armatore Stefano Menzo

2° - TEAM ORZELLI armatore Gabriele Percetti

1° - TEAM ANDELSTANKEN armatore Armeni-Fornari

Raggruppamento 3 barche da m. 10,01 a m 12

3° - DIAVOLONE armatore Gianni Bregallini

2° - ECSTASY armatore Mauro Petraccini

1° - INTERCEPTOR armatore Luca Mosca

Raggruppamento 4 barche oltre m 12

3° - SOAVE DANCE armatore Marco Lorenzetti

2° - STARDUST armatore Letterio Morabito

1° - ENFANT TERRIBLE armatore Alberto Rossi

VINCITORE ASSOLUTO DELLA REGATA PER LA VITA 2019 “ENFANT TERRIBLE” sull'imbarcazione c'erano, oltre ad Alberto Rossi la figlia Claudia e la campionessa mondiale di windsurf Giorgia Speciale.


Autore: Ufficio Stampa Comitato X Zona FIV